Chi Siamo

UDAP – 2000 – 2005 – 2014

 

Prima del 2000, in Italia gli attivisti arabi per i diritti e le cause giuste (in particolare la causa palestinese) partecipavano alle iniziative solidali con il mondo arabo (i popoli palestinese, libanese, iracheno, ecc…) promosse ed organizzate da realtà, partiti, associazioni, centri sociali, collettivi studenteschi e organizzazioni sindacali italiane per sensibilizzare le persone su importanti temi come guerre, colonialismo, conflitto arabo israeliano, i diritti, giustizia e democrazia in Medio Oriente (ad esempio: prima Intifada, invasione israeliana del Libano nel 1978/82, il crollo del Patto di Varsavia e il muro di Berlino nel 1989, la prima guerra contro l’Iraq nel 1991, gli accordi di Oslo nel 1993, la seconda Intifada nel 2000, ecc).

Nell’estate 2000, un piccolo gruppo di palestinesi, libanesi, giordani ed altre nazionalità si è riunito a Roma per valutare le possibilità di unire queste persone e la loro energia in una cornice politica, culturale e sociale organizzata, composta principalmente da arabi ma ugualmente aperta agli italiani solidali e sensibili su questi temi.

Nasce così l’idea/progetto di libera informazione/azione dell’Unione Democratica Arabo Palestinese in Italia che aveva inizialmente visto l’adesione e la partecipazione di poche persone interessate per poi arrivarne a decine e decine di persone coinvolte tra il 2000 – 2005, affermandosi come associazione politica culturale e punto di riferimento per le questioni mediorientali ed internazionali dal 2005 (data di registrazione legale dell’UDAP) ad oggi.

Il Direttivo

Codice Fiscale UDAP: 950940101

Conto corrente postale: 1011266952

IBAN: IT81 C076 0101 4000 0101 1266 952

Devolvere il 5 per mille dell’Irpef in sede di dichiarazione dei redditi

(inserire in dichiarazione il codice fiscale UDAP 950940101)

Statuto UDAP

 

STATUTO

Titolo I

Articolo. 1. Costituzione, Denominazione e Sede.
È costituita in data del 01/01/2005 l’Associazione denominata “Unione Democratica Arabo Palestinese”, siglabile U.D.A.P; è un’associazione culturale e politica che mira a promuovere il pensiero laico, democratico e progressista. L’U.D.A.P è indipendente e senza fini di lucro con sede legale a Genova.

Articolo. 2. Scopi e Finalità.
L’Unione, ispirandosi ai principi della solidarietà politica e umana tra i popoli si propone il:
1) Sostegno al progresso delle società arabe e la diffusione all’interno delle stesse della democrazia come pensiero e come prassi.
2) Sostegno al popolo Palestinese nella sua lotta per il proprio Diritto al Ritorno e all’Auto Determinazione.
3) Sostegno al dialogo e al confronto per una società multiculturale basata sul Diritto.
4) Sostegno agli immigrati nel promuovere iniziative socioculturali e politiche volte ad affermare i propri diritti.

Art. 3. Nello specifico a quanto indicato all’Art. 2, la Comunità si propone gli obiettivi di:
1) Promuovere momenti di confronto e di dialogo tra i membri dell’Unione e, tra questi e le comunità esterne, favorendo gli scambi d’opinioni.
2) Offrire gli spazi e gli strumenti per favorire le attività e le iniziative politico culturali sia individuali che collettive.
3) Agire da anello di congiunzione tra le nostre società e quelle italiane ed europee.
4) Favorire gli scambi e la cooperazione nel campo professionale e progettuale allo scopo di incentivare il progresso sociale.

Art. 4. Organi dell’Associazione.
Gli organi dell’Associazione sono:
1) l’Assemblea dei soci;
2) il Direttivo;
3) il Collegio dei Garanti.

Titolo ll

Art. 5. I Soci.

Art. 6.

Art. 7. Diritti dei soci:
Art. 8. doveri dei Soci

Art. 8-bis.

Art. 9.

Art. 10. Atti disciplinari

Art. 11.

Titolo llI

Art. 12. L’Assemblea dei Soci

Art. l3. Convocazione dell’Assemblea

Art. 14. Patrimonio sociale e mezzi finanziari

Art. 15. ll Direttivo

Art. 15. bis

Art. 15-ter

Art. 16. Le Cariche Sociali

Art. 17. ll Presidente

Art. 18.

Art. 19. ll Vice Presidente

Art. 20. ll Segretario

Art. 21. ll Tesoriere

Art. 22. Collegio dei Garanti

Art. 23. Esercizio Sociale – Bilancio

Art. 24. Lo scioglimento della Comunità
Art. 25. Rinvio
Per tutto quello non previsto nel presente Statuto si fa riferimento alle disposizioni di legge in materia.